Chiacchiere, lattughe o frappe... - Il Mondo di Joyce
628
post-template-default,single,single-post,postid-628,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-3,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Chiacchiere, lattughe o frappe…

Chiacchiere, lattughe o frappe…

Per “noi” Mantovani si chiamano lattughe, per altre regioni si chiamano bugie, chiacchiere, crostoli, frappe, saltasù e tanto altro ancora. Questa ricetta del maestro Iginio Massari, quindi non credo abbia bisogno di tanto di presentazione 🙂

Provateci a casa!!!

Ingredienti
500 gr farina forte (manitoba)
60 gr zucchero
60 gr burro
5 gr sale
175 gr uova
50 gr marsala
1 scorza di limone grattugiata
1 baccello di vaniglia

  1. Mettere tutti gli ingredienti in una piccola impastatrice o planetaria, lavorare a bassa velocita’ con il gancio e formare un impasto molto sostenuto e liscio.
  2. Copire la pasta con un cellophane per evitare che si formi una crosticina sulla superficie.
  3. Stendere la pasta sottilmente e tagliarla in rettangoli di circa cm 15×8, inciderli al centro, formare due tagli e passare la pasta nel taglio piu’ lontano.
  4. Immergere queste forme nell’olio bollente a 176° girandole con un mestolo forato quando la parte sottostante sara’ dorata, per ottenere lo stesso colore nella pasta ancora non cotta.
  5. Prestare molta attenzione perche’ la cottura sara’ veloce.
  6. Posizionare su un reticolo per scolare l’olio in eccesso e spolverare con zucchero velo vanigliato prima di servire.

MANITOBA:  forte e’ una farina “Manitoba” ricca di glutine che ha la capacita’ di stendersi sottile, sottile senza rompersi, normalmente si utilizza nei fritti che hanno la necessita’ di svilupparsi senza lieviti, assorbendo pochissimo olio di frittura” (I.MASSARI)

2015-02-25 17.37.05_wm_wm_wm_wm

Baci, abbracci e buona cucina!!!

No Comments

Post A Comment

9 + 1 =